fbpx
  • +39 348 709 1668
  • dott.manera@gmail.com
News
Ripresa attività sportiva dopo coronavirus

Riprendere l’attività sportiva dopo il periodo di isolamento a causa del Covid-19.

È arrivata la fase 2, la più attesa, possiamo fare una passeggiata e allenarci all’aperto. Ma come evitare di provocarci infortuni?

Dobbiamo tener conto che non siamo nelle stesse condizioni fisiche di quando tutto è iniziato.

Perciò ecco alcuni consigli da podologo per allenarsi al meglio, sulla cura dei piedi e del corpo in generale, in queste prime uscite dopo la quarantena ca coronavirus Covid-19.

Il primo consiglio che mi sento di dare è riprendere l’attività poco a poco. Aumentare progressivamente il ritmo. Anche se durante la quarantena abbiamo svolto attività fisica a casa è bene iniziare con piccoli allenamenti e man mano aumentare la frequenza e la durata della preparazione atletica.

Questo vale sia per chi praticava sport già prima della quarantena, perché avrà perso il tono muscolare, ma soprattutto per chi si affaccia all’attività motoria in questo momento, in vista dell’estate e per perdere i kg di troppo presi durante il periodo di isolamento. Passare così tanto tempo vicino al frigorifero, o cucinare ,in questi giorni ha influito sul nostro peso. Ci saranno molti atleti che ricorderanno i loro ritmi con nostalgia, ma bisogna tenere presente che, dopo tanti giorni senza praticare sport, lo stato fisico non è allo stesso livello di prima.

Il riscaldamento e lo stretching sono fondamentali durante l’attività sportiva, ora più che mai è necessario effettuare almeno 15 minuti di riscaldamento poiché i muscoli avranno sofferto e non saranno nelle stesse condizioni.

Buona pratica sportiva in questo momento è alternare gli esercizi durante i vari allenamenti, non è consigliabile, ad esempio, lasciarsi trasportare dal desiderio di correre per più di un’ora al giorno, è preferibile lasciare un giorno di riposo tra gli allenamenti per ridurre il rischio di sovraccarichi e lesioni.

Porre attenzione all’uso di calzature adeguate allo sport.

In queste settimane l’abuso di pantofole a casa è stato molto comune, ci hanno accompagnato durante la quarantena. Per questo motivo, l’uso di scarpe sportive dopo 2 mesi, con materiali più rigidi, peso diverso dalla pantofola, maggiore attrito con il piede possono causare lesioni e piccoli disturbi come vesciche, calli, ecc.

Oltre alle calzature, non bisogna dimenticare di indossare calzini appropriati.

A questo punto non mi resta che augurare a tutti buona ripresa dell’attività motoria e sportiva.

Dottoressa Marika Manera

Podologo – Podoiatra

Sedi di visita : Sanremo, Bordighera, Alassio, Pisa.